Test MIL-STD-810G x Smartphone Rugged: Quali sono?

Quali test subiscono gli Smartphone Rugged?

Gli Smartphone, per essere definiti indistruttibili e vantare la dicitura “rugged”, devono subire moltissimi test, al pari dei crash test a cui vengono sottoposte le automobili di nuova produzione.

Ci sono innumerevoli test di resistenza a cui si può sottoporre uno smartphone, per definirlo resistente al punto giusto per essere usato in cantiere o in situazioni estreme.

Di seguito elenchiamo le tipologie di test a cui viene sottoposto uno smartphone rugged per poter vantare la certificazione Military Standard Rugged Phone (MIL-STD-810G) e le varie certificazioni sulla scala IPXX.

I test MIL-STD vengono eseguiti con metodi di collaudo della durata di 24 ore in cui lo smartphone viene messo a dura prova, con una serie di test in condizioni ambientali molto diverse tra loro: bassa pressione, temperature elevate e molto basse, escursione termica repentina, immersione in liquidi, sabbia, polvere, urti, cadute e vibrazioni ripetute.

La scala IP fa invece riferimento solamente alla protezione dello smartphone rispetto a polvere e liquidi. La prima cifra della scala indica il grado di protezione contro la polvere, la seconda inceve la resistenza rispetto ai liquidi.

La maggior parte degli smartphone rugged godono di due classi: IP67 (resistenza totale alla polvere, resistenza ad immersioni limitate nel tempo ed in profondità in liquidi) e IP68 (resistenza totale alla polvere, protezione contro l’immersione continua in un liquido).

In merito ai test sopracitati, tra i test della certificazione Military Standard Rugged Phone (MIL-STD-810G) troviamo:

Prova di caduta e urto : 8 tipologie di test in condizioni differenti. La prova più dura per i candidati Rugged Phone è senz’altro la prova di caduta libera (Drop test), che richiede la sopravvivenza del telefono a 26 cadute da 1,22 metri su una superficie dura.

Prova di impermeabilità . Il telefono candidato viene inondato da getti d’acqua con diversa pressione, in base alla certificazione che vuole ottenere.

Prova di resistenza alle vibrazioni. Vengono utilizzati scuotitori meccanici per simulare l’utilizzo su un veicolo o un mezzo di lavoro. Le vibrazioni variano in base alla tipologia di lavoro che si vuole simulare.

Prova di resistenza a sabbia e polvere. Il dispositivo viene immerso ripetutamente in polveri di varia granulosità, o gli vengono “sparate” contro con vento e temperature variabili.

Prova di resistenza alle temperature estreme. Due tipi di test: conservazione, dove il telefono viene messo a temperature estreme da spento, per poi verificare il suo funzionamento una volta terminate queste condizioni estreme, e funzionamento, dove le temperature vengono simulate durante il normale utilizzo.

Prova di resistenza all’umidità. Questi test simulano ambienti dove il tasso di umidità è di oltre il 90%, e viene sottoposto a diversi giorni per verificarne il funzionamento durante ipotetici utilizzi in ambienti tropicali o comunque molto umidi.

La certificazione IP67IP68 , unita ai duri metodi di test della MIL-STD-810G, rendono uno smartphone davvero indistruttibile e duraturo nel tempo.

Leggi con attenzione le recensioni su smartphonerugged.it, nella scheda tecnica trovi tutte le caratteristiche tecniche e di resistenza del telefono, compresa la IP67IP68 e la MIL-STD-810G.

 

Top